“agli albori del tempo, grosso modo cento miliardi di esseri umani hanno camminato sul pianeta Terra. Orbene, questo è un numero interessante, in quanto, per una coincidenza bizzarra, esistono approssimativamente cento miliardi di stelle nel nostro universo locale, la Via Lattea. Così, per ogni uomo che abbia vissuto, in questo universo splende una stella.” 

( 2001 Odissea nello Spazio - Arthur Charles Clarke   1917-2008 )


….cento miliardi di stelle nel nostro universo locale, la Via Lattea! Se una persona vuole ragionare su questa frase può essere solo inadatta a raggiungere qualsiasi conclusione razionale,  nel cospetto dell'universo che ci circonda non riusciamo a dare una spiegazione se non quella religiosa sul creato. Un tempo, neanche molto lontano il concetto di infinito era lo spazio ma anche il mare, affrontando gli oceani l'uomo si ritrovava a navigare verso l'ignoto ad affrontare mari burrascosi, tempeste, onde gigantesche. Le scarse conoscenze del nostro pianeta non permetteva di stabilire una rotta per raggiungere la terra ferma, il concetto di oltre oceano era l'infinito, il continente americano era sconosciuto, molti equipaggi di navi non facevano ritorno inghiottiti dal mare, dall'ignoto, dall'infinita distesa d'acqua. Nei nostri tempi le conoscenze scientifiche ci permettono di osservare il nostro pianeta, con una applicazione come Earth possiamo spostarci virtualmente sulla terra, alzarci in volo e atterrare all'altro capo del mondo  per osservare la realtà che ci circonda. Le nostre conoscenze inserite nell'universo sono però quasi inutili,  come un tempo non riuscivano a raggiungere l'altro capo dell'oceano ora non riusciamo neanche a raggiungere il confine del nostro universo locale, la Via Lattea. Per quanto  potente la navicella spaziale, la nave odierna non  riuscirebbe a fare ritorno dallo spazio, il nostro concetto di infinito, di ignoto è ancora quello di un tempo, l'umanità è  riuscita a conoscere una parte infinitamente piccola dell'universo, l’Odissea di Ulisse continua … !



La posizione dei pianeti del sistema solare Pubblicato da Andrea il 26/12/2018